Corte di Cassazione: impossibile dedurre costi se la fattura è generica


Secondo la Corte di cassazione (sentenza 9846 del 13 maggio 2016), affinché si possa dedurre correttamente un costo è necessario che la fattura non sia “generica”: il documento deve contenere le informazioni necessarie per l’effettuazione dei controlli da parte del Fisco e consentire l’esatta identificazione dell’oggetto della prestazione. In altre parole: “la fattura deve essere redatta in modo da costituire un documento idoneo a rappresentare i costi dell’impresa”.


Partecipa alla discussione sul forum.