Corte di Cassazione: importante leggere le mail Pec


La Corte di cassazione, VI sez. nella sentenza 7 luglio 2016, n. 13917, ha affermato che la responsabilità per la mancata lettura di una comunicazione o notifica ricevuta a mezzo Pec è da attribuire all’imprenditore, se conseguente ad una sua carenza relativamente alla manutenzione e controllo della casella di posta. Ne consegue che non è immune da censure il soggetto che non legga la Pec in quanto pervenuta erroneamente nella posta indesiderata. Ciò dal momento che è da considerarsi normale diligenza e norma di prudenza verificare tutti i messaggi, anche quelli archiviati come indesiderati, e dotarsi di adeguati sistemi anti intrusione.


Partecipa alla discussione sul forum.