Corte di Cassazione: fermo amministrativo e credito Iva

Secondo quanto espresso dalla Corte di Cassazione, sezione tributaria, con sentenza 29 settembre 2016, n. 19335, il fermo amministrativo disposto dall’Agenzia delle entrate in sede fallimentare, che comporta lo stop alla richiesta del rimborso del credito Iva presentato dalla curatela, consente unicamente l’eventuale compensazione dello stesso con il credito erariale ammesso al passivo fallimentare.

 

 

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it