Corte di cassazione: è possibile l’accertamento prima di 60 gg


La Corte di cassazione, nell’ordinananza n. 11665 del 7 giugno 2016, accogliendo un ricorso dell’Agenzia delle entrate, attesta la validità dell’accertamento emesso prima di 60 gg dall’acquisizione, da parte dell’ufficio delle Entrate, di documenti e dati bancari. Le garanzie sancite dall’articolo 12 dello Statuto del contribuente si applicano, infatti, solo in caso di ispezioni o accessi presso la sede del cittadino.


Partecipa alla discussione sul forum.