Corte di Cassazione: accertamento induttivo per il contirbuente che si rifiuta di mostrare i documenti

La Corte di cassazione, con la sentenza n. 8359 del 14 aprile 2014, ribadisce il principio della rilevanza del dolo nel rifiuto di esibizione di registri e scritture contabili. La documentazione intenzionalmente occultata da un imprenditore durante la verifica fiscale non è utilizzabile a suo favore in sede amministrativa o contenziosa. Un simile comportamento legittima l’atto impositivo.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it