CONTROLLI FISCALI: indagini finanziarie a tappeto


La circolare n. 6/2006 del 6 febbraio 2006 contiene chiarimenti circa i nuovi poteri antievasione nel settore registro. I controlli ai fini delle imposte di registro, ipotecaria e catastale, permettono gli Uffici di richiedere agli operatori finanziari, per periodi di imposta anteriori al 1° gennaio 2006, oltre alle operazioni annotate nei conti, qualsiasi notizia e informazione in loro possesso riguardante operazioni poste in essere dal contribuente e non transitate in un conto, purché di importo superiore a 12.500 €. Verranno quindi monitorate le movimentazioni “in conto” ed “extra-conto” delle parti contraenti in prossimità della data di stipula dell’atto di compravendita raffrontandole con gli elementi riportati nelle dichiarazioni sostitutive.


Partecipa alla discussione sul forum.

CONTROLLI FISCALI: indagini finanziarie a tappeto


La circolare n. 6/2006 del 6 febbraio 2006 contiene chiarimenti circa i nuovi poteri antievasione nel settore registro. I controlli ai fini delle imposte di registro, ipotecaria e catastale, permettono gli Uffici di richiedere agli operatori finanziari, per periodi di imposta anteriori al 1° gennaio 2006, oltre alle operazioni annotate nei conti, qualsiasi notizia e informazione in loro possesso riguardante operazioni poste in essere dal contribuente e non transitate in un conto, purché di importo superiore a 12.500 €. Verranno quindi monitorate le movimentazioni “in conto” ed “extra-conto” delle parti contraenti in prossimità della data di stipula dell’atto di compravendita raffrontandole con gli elementi riportati nelle dichiarazioni sostitutive.


Partecipa alla discussione sul forum.

CONTROLLI FISCALI: indagini finanziarie a tappeto


La circolare n. 6/2006 del 6 febbraio 2006 contiene chiarimenti circa i nuovi poteri antievasione nel settore registro. I controlli ai fini delle imposte di registro, ipotecaria e catastale, permettono gli Uffici di richiedere agli operatori finanziari, per periodi di imposta anteriori al 1° gennaio 2006, oltre alle operazioni annotate nei conti, qualsiasi notizia e informazione in loro possesso riguardante operazioni poste in essere dal contribuente e non transitate in un conto, purché di importo superiore a 12.500 €. Verranno quindi monitorate le movimentazioni “in conto” ed “extra-conto” delle parti contraenti in prossimità della data di stipula dell’atto di compravendita raffrontandole con gli elementi riportati nelle dichiarazioni sostitutive.


Partecipa alla discussione sul forum.