Controlli automatizzati da 36-bis: nuovi codici tributo


Con la risoluzione n. 110/E del 16 dicembre 2014 l’Agenzia delle Entrate istituisce nuovi codici per il versamento delle somme dovute a titolo di imposta, interessi e sanzioni, dai contribuenti che hanno ricevuto una comunicazione di irregolarità a seguito dei controlli automatici (articolo 36-bis del Dpr n. 600/1973). Per agevolare i contribuenti a individuare la codifica esatta, nella tabella della risoluzione, in corrispondenza di ogni gruppo di codici (imposta, interessi e sanzioni), è associato il numero utilizzato per il versamento spontaneo. Il contribuente, se intende pagare solo una quota dell’importo complessivamente richiesto, non può utilizzare il modello F24 precompilato ricevuto, ma deve compilarne un altro, indicando i codici tributo nella sezione “Erario”, in corrispondenza degli “importi a debito versati”, e riportando, negli appositi campi, il codice atto e l’anno di riferimento reperibili nella stessa comunicazione.


Partecipa alla discussione sul forum.