Contributi figurativi e minore contribuzione IVS: circolare INPS


L’INPS, con la circolare n. 212 del 2 dicembre 2016, fornisce alcune precisazioni relative all’accredito della contribuzione figurativa ed alla conseguente valorizzazione dei periodi di erogazione di prestazioni a sostegno del reddito in favore del personale dipendente di aziende ed enti iscritto alle gestioni pensionistiche dei dipendenti pubblici per l’assicurazione IVS e a favore dei quali la c.d. contribuzione minore è versata nell’assicurazione generale obbligatoria. Ai lavoratori dipendenti da aziende private iscritti alle gestioni dipendenti pubblici, è dovuta all’Inps la contribuzione “minore” della contribuzione figurativa per i seguenti eventi assicurati: eventi di malattia, maternità, CIG Ordinaria, CIG Straordinaria, CIG in deroga, congedo parentale, L. n. 104/92 con pagamento a conguaglio da parte del datore di lavoro; eventi di malattia e maternità , L. n. 104/92 avvenuti all’interno del rapporto di lavoro, con pagamento diretto; eventi di maternità che, pur non indennizzati, hanno comunque tutela figurativa; eventi di malattia e maternità, non in costanza di rapporto di lavoro e per i quali si è provveduto al pagamento diretto delle relative prestazioni; eventi di CIG Ordinaria, CIG Straordinaria, CIG in deroga con pagamento diretto; evento licenziamento, dal quale possono derivare, a seguito di presentazione di domanda, le prestazioni di: disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti normali per i licenziamenti fino al 31 dicembre 2012; disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti ridotti per i licenziamenti fino al 31 dicembre 2011; mini ASpI 2012 per i licenziamenti intervenuti nell’anno 2012 in sostituzione dell’indennità di disoccupazione con requisiti ridotti non più vigente; ASpI o mini ASpI per i licenziamenti dal 1° gennaio 2013 al 30 aprile 2015; NASpI per i licenziamenti dal 1° maggio 2015 ad oggi; disoccupazione ordinaria agricola e trattamenti speciali agricoli; indennità di mobilità per i licenziamenti collettivi fino al 30 dicembre 2016; mobilità in deroga.


Partecipa alla discussione sul forum.