Contratti: per i Call center paga minima da CCNL

di Redazione

Pubblicato il 8 aprile 2013



Il Ministero del Lavoro ha precisato, in ordine ai contratti di collaborazione dei Call Center, che l’assunzione di personale co.co.co. senza progetto, pattuendo corrispettivi inferiori a quanto fissato dalla contrattazione collettiva è soggetta a sanzione e conversione in rapporto dipendente a tempo pieno e indeterminato. Pertanto, l’impiego di lavoratori in outbound mediante contratto co.co.co., deve rispettare la paga minima del CCNL (circolare MLPS n. 14/2013).