Contratti: per i Call center paga minima da CCNL

Il Ministero del Lavoro ha precisato, in ordine ai contratti di collaborazione dei Call Center, che l’assunzione di personale co.co.co. senza progetto, pattuendo corrispettivi inferiori a quanto fissato dalla contrattazione collettiva è soggetta a sanzione e conversione in rapporto dipendente a tempo pieno e indeterminato. Pertanto, l’impiego di lavoratori in outbound mediante contratto co.co.co., deve rispettare la paga minima del CCNL (circolare MLPS n. 14/2013).


Partecipa alla discussione sul forum.