Contenzioso: la Cassazione sull’impugnazione di attribuzione della rendita catastale


La sentenza n. 18893 del 16 settembre 2011 della Corte di Cassazione interviene sull’impugnazione dell’attribuzione della rendita catastale. Il contribuente può impugnare l’atto di attribuzione della rendita catastale non notificato unitamente all’avviso di liquidazione della maggiore imposta. La facoltà è però condizionata alla proposizione dell’impugnazione nei confronti dell’ufficio che ha emanato l’avviso di liquidazione, rispetto al quale il classamento si configura come atto presupposto, e nei confronti dell’Ute o dell’Agenzia del territorio che ha emesso l’atto.


Partecipa alla discussione sul forum.

Contenzioso: la Cassazione sull’impugnazione di attribuzione della rendita catastale


La sentenza n. 18893 del 16 settembre 2011 della Corte di Cassazione interviene sull’impugnazione dell’attribuzione della rendita catastale. Il contribuente può impugnare l’atto di attribuzione della rendita catastale non notificato unitamente all’avviso di liquidazione della maggiore imposta. La facoltà è però condizionata alla proposizione dell’impugnazione nei confronti dell’ufficio che ha emanato l’avviso di liquidazione, rispetto al quale il classamento si configura come atto presupposto, e nei confronti dell’Ute o dell’Agenzia del territorio che ha emesso l’atto.


Partecipa alla discussione sul forum.