CONCILIAZIONE: maglie strette sulla conciliazione formale

La circolare del 4 aprile 2011 della Direzione della giustizia civile stringe sui tentativi di conciliazione solo formali, fornendo i chiarimenti a un mese dall’entrata in vigore della normativa. In primo luogo ritiene non corretto l’inserimento nel regolamento di una disposizione che autorizza la segreteria ad emanare una dichiarazione di conclusione del procedimento per mancata adesione della parte invitata ogni volta che quest’ultima non si è presentata all’incontro già fissato, non avendo comunicato tempestivamente la propria adesione oppure avendo comunicato di non volere aderire. Continuando, il Ministero precisa che l’introduzione di un tentativo di conciliazione come condizione di procedibilità nel giudizio civile ha un significato preciso: “la mediazione obbligatoria è tale proprio in quanto deve essere esperita anche in caso di mancata adesione della parte invitata e non può, quindi, dirsi correttamente percorsa ove l’istante si sia rivolto ad un organismo di conciliazione ed abbia rinunciato, a seguito della ricezione della comunicazione di mancata adesione della parte invitata, alla mediazione”.


Partecipa alla discussione sul forum.

CONCILIAZIONE: maglie strette sulla conciliazione formale

La circolare del 4 aprile 2011 della Direzione della giustizia civile stringe sui tentativi di conciliazione solo formali, fornendo i chiarimenti a un mese dall’entrata in vigore della normativa. In primo luogo ritiene non corretto l’inserimento nel regolamento di una disposizione che autorizza la segreteria ad emanare una dichiarazione di conclusione del procedimento per mancata adesione della parte invitata ogni volta che quest’ultima non si è presentata all’incontro già fissato, non avendo comunicato tempestivamente la propria adesione oppure avendo comunicato di non volere aderire. Continuando, il Ministero precisa che l’introduzione di un tentativo di conciliazione come condizione di procedibilità nel giudizio civile ha un significato preciso: “la mediazione obbligatoria è tale proprio in quanto deve essere esperita anche in caso di mancata adesione della parte invitata e non può, quindi, dirsi correttamente percorsa ove l’istante si sia rivolto ad un organismo di conciliazione ed abbia rinunciato, a seguito della ricezione della comunicazione di mancata adesione della parte invitata, alla mediazione”.


Partecipa alla discussione sul forum.