Comunicazione dati IVA: l’omessa o errata compilazione e le sanzioni


L’omessa presentazione, o l’errata/incompleta compilazione della comunicazione dati IVA 2012 non comporta l’applicazione delle sanzioni. La natura della comunicazione è solo dichiarativa, il contribuente non procede all’autodeterminazione dell’imposta dovuta, ma solo alla comunicazione di dati (peraltro poi ripetuti nella dichiarazione IVA), fatto per cui non sono applicabili sanzioni all’omessa o infedele dichiarazione. E’ applicabile, invece, la sanzione da  258 a  2.065 euro, come previsto dall’art. 11 Dl n. 471/97 per “l’omissione di ogni comunicazione prescritta dalla legge tributaria o invio di tali comunicazioni con dati incompleti o non veritieri”. Eventuali errori e/o omissioni riportati nella comunicazione non possono essere integrati o rettificati utilizzando il ravvedimento operoso. I dati corretti dovranno essere riportati in sede di dichiarazione IVA annuale.


Partecipa alla discussione sul forum.