Assegnazione/cessione beni ai soci: occorre una proroga


Per la assegnazione/cessione dei beni ai soci serve più tempo, visti i numerosi dubbi e incertezze presenti, nonostante la circolare Agenzia delle Entrate n. 26/E del 1° giugno scorso. Il maggior tempo il legislatore lo aveva concesso con la stesura dell’articolo 8 della bozza del decreto competitività resa nota lo scorso 31 maggio. In quella disposizione venivano differiti al 30 novembre 2016 tutti i termini di scadenza delle operazioni agevolate (estromissione compresa, che scadeva al 31 maggio), la cui scadenza originaria è invece fissata al 30 settembre 2016. Il nuovo calendario imponeva poi uno slittamento al 16 dicembre 2016 per il versamento della prima rata dell’imposta sostitutiva dovuta a seguito delle operazioni agevolate poste in essere dalle imprese. Occorre la proroga agli operatori, perché le spiegazioni date dall’Agenzia delle Entrate sono state troppo tardive per permettere loro di lavorare ed organizzare gli atti con tranquillità; oltretutto i professionisti in questo periodo sono oberati di scadenze, a partire da UNICO 2016 e il rischio è che le pratiche non si facciano per mancanza di tempo.


Partecipa alla discussione sul forum.