Comuni: il rendiconto slitta al 30 giugno


Si è svolta ieri (19 giugno) una riunione della Conferenza Stato-città ed autonomie locali: nel corso della riunione è stata sancita l’intesa sul decreto del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, che determina le variazioni a conguaglio delle assegnazioni, già attribuite, del Fondo di solidarietà comunale, per l’anno 2013, derivanti dalla verifica del gettito dell’imposta municipale propria (IMU) standard, con particolare riferimento alla distribuzione degli incassi relativi ai fabbricati di categoria D. Il provvedimento è previsto dall’articolo 1 della legge 27 dicembre 2013, n. 147 (legge di stabilità 2014), comma 729-ter, aggiunto dall’articolo 7 del decreto legge 6 marzo 2014, n. 16, convertito, con modificazioni, dalla legge 2 maggio 2014, n. 68.

Conseguentemente il termine per l’approvazione del rendiconto di gestione è stato differito, per i Comuni, interessati, dal 30 aprile al 30 giugno. In caso di mancata approvazione del rendiconto di gestione per l’anno 2013 oltre il predetto termine differito (quindi dal 1° luglio 2014), si potrà applicare, per gli Enti eventualmente inadempienti, la procedura prevista dagli artt. 227 e 141 del TUEL.


Partecipa alla discussione sul forum.