Compliance: in risposta alla “non risposta” il Fisco procede con l’accertamento

di Angelo Facchini

Pubblicato il 9 ottobre 2017



Il contribuente che non ha risposto alla lettera di compliance rischia un accertamento. In un documento del direttore delle Entrate si legge dell'insuccesso delle lettere di compliance e dell'esortazione, consequenziale, agli Uffici ad avviare la procedura di controllo nei casi in cui i destinatari di comunicazioni non abbiano corretto il proprio comportamento o non abbiano giustificato le anomalie segnalate.