Commissioni tributarie: il ravvedimento con interessi sbagliati non è nullo

In tema di ravvedimento operoso, la Commissione Tributaria Regionale della Lombardia, nella sentenza 79/19/12,  ritiene che un errore di importo minimo nel calcolo degli interessi rispetto all’ammontare della somma regolarizzata non pregiudica l’efficacia del ravvedimento. Un comportamento differente dell’Amministrazione Finanziaria sarebbe “contrario al principio di buona fede, della correttezza e dell’affidamento che è posto alla base del rapporto tra contribuente ed erario”.


Partecipa alla discussione sul forum.