Commissioni Tributarie: cartelle senza data, il ricorso sana il vizio

Nella sentenza n. 122/4/2012 della Commissione Tributaria Provinciale di Reggio Emilia si chiarisce che il ricorso del contribuente avverso la cartella esattoriale priva di data sana il vizio se è stato un messo abilitato e correttamente qualificato a consegnare l’atto. I fatti: il Collegio si è pronunciato sul ricorso con cui una società ha chiesto l’annullamento di una cartella emessa da Equitalia viziata dalla mancata indicazione della data di notifica nella relata consegnata direttamente dal messo notificatore. La Commissione ha ritenuto infondata la questione relativa all’inesistenza della notifica della cartella, in quanto effettuata da soggetto identificato mediante nome e cognome, nominato messo notificatore e successivamente ufficiale della riscossione con appositi decreti. In tale fattispecie, i giudici hanno ritenuto che l’impugnazione dell’atto abbia sanato il vizio di mancata indicazione della data di notifica denunciato dalla ricorrente.


Partecipa alla discussione sul forum.