Collegio sindacale: non decadono nel 2012 i sindaci in carica nelle Srl


Il Consiglio notarile di Milano offre la sua interpretazione del nuovo articolo 2477 del Codice civile, sulla composizione unipersonale dell’organo sindacale della Srl, in attesa di uno studio del Consiglio nazionale del Notariato che dovrebbe essere di imminente pubblicazione. Nella massima n. 123 si enunciano i seguenti principi: non sono illegittime le norme statutarie che saranno vigenti nelle Srl il 1° gennaio 2012 e che prevedano l’organo sindacale collegiale; i collegi sindacali in carica il 1° gennaio 2012 non cessano dalla propria carica per effetto della modifica dell’articolo 2477; le clausole statutarie di Srl presenti in statuti in vigore alla data del 1° gennaio 2012, che prevedano solo la composizione collegiale dell’organo di controllo, non impediscono la nomina del sindaco unico, perché la disciplina statutaria deve intendersi integrata dalla normativa sopravvenuta; pur se sia stato introdotto nel sistema della Srl il principio del sindaco unico, è possibile una scelta statutaria specifica nel senso della collegialità dell’organo di controllo; il sistema del sindaco unico mette fuori gioco la figura dei sindaci supplenti: non è pertanto necessario che la nomina dei supplenti sia prevista dallo statuto né che sia disposta dall’assemblea in sede di nomina del sindaco unico.


Partecipa alla discussione sul forum.

Collegio sindacale: non decadono nel 2012 i sindaci in carica nelle Srl


Il Consiglio notarile di Milano offre la sua interpretazione del nuovo articolo 2477 del Codice civile, sulla composizione unipersonale dell’organo sindacale della Srl, in attesa di uno studio del Consiglio nazionale del Notariato che dovrebbe essere di imminente pubblicazione. Nella massima n. 123 si enunciano i seguenti principi: non sono illegittime le norme statutarie che saranno vigenti nelle Srl il 1° gennaio 2012 e che prevedano l’organo sindacale collegiale; i collegi sindacali in carica il 1° gennaio 2012 non cessano dalla propria carica per effetto della modifica dell’articolo 2477; le clausole statutarie di Srl presenti in statuti in vigore alla data del 1° gennaio 2012, che prevedano solo la composizione collegiale dell’organo di controllo, non impediscono la nomina del sindaco unico, perché la disciplina statutaria deve intendersi integrata dalla normativa sopravvenuta; pur se sia stato introdotto nel sistema della Srl il principio del sindaco unico, è possibile una scelta statutaria specifica nel senso della collegialità dell’organo di controllo; il sistema del sindaco unico mette fuori gioco la figura dei sindaci supplenti: non è pertanto necessario che la nomina dei supplenti sia prevista dallo statuto né che sia disposta dall’assemblea in sede di nomina del sindaco unico.


Partecipa alla discussione sul forum.