COLLEGATO AL LAVORO: proposti emendamenti per prorogare i termini per l’impugnazione dei licenziamenti


Due emendamenti all’art. 1 del Dl mille proroghe approvati martedì dalle commissioni Affari costituzionali e Bilancio di Palazzo Madama, mirano a prorogare il termine dell’entrata in vigore della norma del collegato lavoro (legge 183/2010) che fissava al 23 gennaio la scadenza per le impugnazioni dei licenziamenti. L’obiettivo è dare ai lavoratori più tempo per informarsi sulle nuove scadenze previste dal collegato lavoro, e preparare i ricorsi contro i licenziamenti e contro i termini apposti ai contratti a tempo determinato. Il ministero del Lavoro, tuttavia, ha fatto trapelare il proprio disaccordo sugli emendamenti, che potrebbero non superare l’esame dell’aula.


Partecipa alla discussione sul forum.

COLLEGATO AL LAVORO: proposti emendamenti per prorogare i termini per l’impugnazione dei licenziamenti


Due emendamenti all’art. 1 del Dl mille proroghe approvati martedì dalle commissioni Affari costituzionali e Bilancio di Palazzo Madama, mirano a prorogare il termine dell’entrata in vigore della norma del collegato lavoro (legge 183/2010) che fissava al 23 gennaio la scadenza per le impugnazioni dei licenziamenti. L’obiettivo è dare ai lavoratori più tempo per informarsi sulle nuove scadenze previste dal collegato lavoro, e preparare i ricorsi contro i licenziamenti e contro i termini apposti ai contratti a tempo determinato. Il ministero del Lavoro, tuttavia, ha fatto trapelare il proprio disaccordo sugli emendamenti, che potrebbero non superare l’esame dell’aula.


Partecipa alla discussione sul forum.