CO.CO.CO.: una circolare INPS spiega i limiti per la malattia

I collaboratori a progetto hanno lo stesso obbligo di inviare, entro due giorni dal rilascio, il certificato di malattia all’INPS ed al committente. E’ la prima, indispensabile condizione per poter usufruire dell’indennizzo. Inoltre occorre verificare la durata, che il rapporto sia ancora in corso, l’effettiva astensione lavorativa, nonchè i requisiti contributivi e reddituali dell’avente diritto. L’indennità potrà essere corrisposta per un numero di giorni non superiore al sesto della durata complessiva del rapporto di collaborazione, non inferiore a 20 giorni nell’arco dell’anno solare; restano esclusi gli eventi morbosi inferiori a 4 giorni. Per accedere all’indennizzo i collaboratori devono avere una contribuzione di almeno 3 mesi, anche non continuativi, nella gestione separata INPS. L’importo dell’accredito e strettamente legato all’importo dei contributi versati. (Circolare n. 76 del 16 aprile 2007).


Partecipa alla discussione sul forum.