CIG ordinaria: l'INPS deve motivare le domande respinte

Le sedi INPS prima di respingere le domande di CIG ordinaria devono chiedere all’azienda gli elementi mancanti per il completamento dell’istruttoria. La carenza di elementi di valutazione richiede sempre un supplemento di istruttoria da parte dell’INPS, che non può respingere direttamente la richiesta senza aver prima contattato il datore di lavoro. E’ quanto specifica lo stesso Ente previdenziale in merito all’istruttoria delle domande di CIG ordinaria.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it