Chiarimenti sulla nuova disciplina riguardante la deduzione delle perdite su crediti

Nella circolare n. 26/E dell’1 agosto 2013, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito il nuovo regime di deduzione delle perdite su crediti introdotto dal Dl n. 83/2012 e applicabile dal periodo d’imposta 2012. Fino al 2011 la perdita su crediti poteva essere dedotta dalla società creditrice solo previa dimostrazione degli elementi certi e precisi, (art. 101, comma 5, del Tuir). A partire dal 2012 le perdite su taluni crediti possono essere dedotte in via automatica, senza necessità di alcuna ulteriore dimostrazione. La deduzione automatica della perdita opera nei casi in cui il credito: è di modesta entità ed è scaduto da almeno sei mesi; è prescritto; rientra in un accordo di ristrutturazione omologato ai sensi dell’articolo 182-bis della legge fallimentare; è cancellato in bilancio per un evento estintivo.


Partecipa alla discussione sul forum.