CHIARIMENTI: la circolare 32/E Agenzia delle entrate sugli interpelli obbligatori


La circolare 32/E, emanata ieri 14 giugno 2010, riepiloga gli interpelli obbligatori presenti nell’ordinamento tributario, e si configura come linea guida dei vari interpelli. Gli interpelli obbligatori sono: quelli relativi alla disciplina delle Cfc, quelli di disapplicazione della disciplina antielusiva, quelli relativi alle società di comodo. La presentazione di queste istanze consente all’amministrazione di monitorare in merito a particolari situazioni considerate dal legislatore potenzialmente elusive. La mancata presentazione degli interpelli è soggetta a regime sanzionatorio: da 258 a 2.065 euro. Per la disapplicazione della disciplina delle Cfc, qualora in sede di accertamento si verifichi l’insussistenza delle condizioni che legittimano, appunto, la disapplicazione, sono previste le sanzioni massime. Circa, infine, la preventività dell’interpello si guarda alla data di presentazione della dichiarazione (Unico), o in mancanza, occorre fare riferimento ad elementi diversi, quali, per esempio, la presentazione di un atto alla registrazione.


Partecipa alla discussione sul forum.