Cessione intracomunitaria: il documento di trasporto vale come prova


Con la risoluzione n. 19/E del 25 marzo 2013 l’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in merito alla prova del trasporto dei beni, utile per qualificare un’operazione intracomunitaria. Si specifica che nelle cessioni con clausola franco fabbrica, in cui il fornitore nazionale sia incaricato della consegna dei beni al vettore dal cliente, la prova dell’avvenuta operazione intracomunitaria può essere fornita direttamente attraverso il CMR elettronico. Dunque, il CMR elettronico è un mezzo di prova con medesimo valore di quello cartaceo, idoneo a dimostrare l’uscita della merce dal territorio italiano.


Partecipa alla discussione sul forum.