Cessione d’azienda: non è possibile per l'Ufficio accertare l’avviamento in maniera standardizzata

Secondo la Commissione Tributaria Provinciale di Reggio Emilia – sentenza n. 143/4/11 – in caso di cessione d’azienda l’Amministrazione non può calcolare l’avviamento in modo standard, cioè applicando moltiplicatori e parametri predefiniti. Per i giudici è necessario tenere conto di tutte le componenti che caratterizzano l’azienda, includendo gli elementi soggettivi non trasferibili quali la capacità organizzativa e le doti manageriali dell’imprenditore cedente.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it