Centrale Unica Appalti: l'obbligo slitterà al 30 giugno

La commissione Affari costituzionali del Senato ha approvato ieri, nel corso dell’esame del decreto Milleproroghe, un emendamento che differisce al 30 giugno l’obbligo per i Comuni con popolazione non superiore a 5mila abitanti di utilizzare le centrali di committenza per affidare appalti pubblici.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it