Cedolare secca: opzione non possibile se si è già registrato il contratto di affitto

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito, nella circolare n. 47/E/2012, che la sanatoria degli effetti delle opzioni non comunicate (remissione in bonis), prevista nell’articolo 2 del Dl  n. 16/2012, non è ammissibile nel regime della cedolare se il contribuente ha già versato l’imposta di registro.

Condividi:


Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it