Cedolare secca: l'aliquota ridotta influisce sugli acconti

Con la recente approvazione del Dl n. 102/2013 (Decreto IMU), pubblicato in GU n. 204 del 31 agosto 2013, l’aliquota a cui sono soggetti i contratti a cedolare secca scende dal 19% al 15%. La norma è finalizzata ad incentivare l’utilizzo dell’imposta sostitutiva. La disposizione si applica con effetto retroattivo a partire dal 1° gennaio 2013. Sulla scia della riduzione vengono influenzati anche gli acconti. I contribuenti che hanno adottato il metodo previsionale possono procedere al ricalcolo degli stessi. Questo vale sia per il primo acconto, in caso di versamento rateale, che per quello novembre.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it