Cassazione: sugli omessi versamenti di ritenute è possibile la “mano leggera”

Può essere assolto per particolare tenuità del fatto l’imprenditore che non versa le ritenute superando di pochissimo la soglia di punibilità dei 150 mila euro. Lo ha definito la Corte di Cassazione nella sentenza n. 51597 del 13 novembre 2017, assolvendo un imprenditore indebitato con il fisco per poco più di 150 mila euro.


Partecipa alla discussione sul forum.