Cassazione: salvo dalla frode fiscale il commercialista

Secondo quanto asserito nella sentenza di Cassazione n. 40100 del 6 settembre 2018, responsabile della frode fiscale è sempre l’imprenditore, anche quando è il commercialista il fautore e la contabilità è tenuta presso il suo studio. Solo una prova lo può scagionare, ma risulta essere molto difficile da fare. Così è stato condannato un imprenditore che non aveva pagato dei debiti Iva di ingente valore. La difesa dell’uomo verteva sul mancato pagamento di un suo importante cliente, e sul deposito delle fatture presso il commercialista, che a suo dire non poteva che essere l’artefice della frode…

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it