CASSAZIONE: rischia la sospensione il notaio che non verifica la composizione di un immobile

Secondo la Cassazione (sentenza n. 28439/2011) il notaio che non verifica l’esatta composizione dell’immobile oggetto di compravendita rischia la sospensione dall’attività. E non è possibile ricorrere alla buona fede nel caso di un atto di compravendita che fornisca una falsa descrizione del bene in vendita o faccia passare come datate eventuali opere abusive.

Condividi:

CASSAZIONE: rischia la sospensione il notaio che non verifica la composizione di un immobile

Secondo la Cassazione (sentenza n. 28439/2011) il notaio che non verifica l’esatta composizione dell’immobile oggetto di compravendita rischia la sospensione dall’attività. E non è possibile ricorrere alla buona fede nel caso di un atto di compravendita che fornisca una falsa descrizione del bene in vendita o faccia passare come datate eventuali opere abusive.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it