Cassazione Penale: la consapevolezza dell’amministratore è da dimostrare

Nella sentenza della Terza Sezione Penale della Cassazione n. 38717/2016, si legge che, in tema di frode fiscale, le dimensioni non minimali dell’azienda impongono una maggiore attenzione nell’attribuire la responsabilità soggettiva dell’illecito al legale rappresentante.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it