Cassazione: l’aliquota agevolata prima casa non si applica se presente una piscina

di Redazione

Pubblicato il 17 novembre 2015

L’agevolazione prima casa non può essere goduta dall’immobile sito in un complesso residenziale con piscina a servizio esclusivo dell’abitazione, anche se quest’ultima è di superficie inferiore a 240 metri quadri. La Corte di cassazione, nell’ordinanza n. 21908 del 27 ottobre 2015, legittima l'Amministrazione finanziaria al recupero della differenza fra l’imposta calcolata in base all’aliquota applicabile in assenza di agevolazioni e quella risultante dall’applicazione dei benefici richiesti (aliquota agevolata) e provvisoriamente concessi in sede di rogito notarile.