CASSAZIONE: la sentenza 6315 del 16 marzo 2009 precisa i confini del processo fiscale

Si possono contestare davanti la Commissione tributaria accessi, ispezioni e verifiche del Fisco; è necessario, però, che sia stato notificato l’avviso di accertamento. Il merito del giudice tributario non ha per oggetto solo gli atti finali di imposizione, ma investe tutte le fasi che ne hanno determinato la loro formazione e adozione. Quindi, l’eventuale giudizio negativo sulla legittimità o regolarità formale di un atto istruttorio, può determinare l’annullamento di quello finale impugnato. Concluso l’accertamento, gli atti istruttori lesivi di diritti soggettvi del contribuete sono impugnabili davanti al giudice ordinario.


Partecipa alla discussione sul forum.