CASSAZIONE: intervento sulla retroattività dell'applicazione del redditometro

Con la sentenza n. 10028 del 29 aprile 2009 la Cassazione analizza il caso di un accertamento basato sull’applicazione retroattiva del redditometro. Secondo i giudici, in linea generale, i coefficenti presuntivi applicati ai fini del redditometro e contenuti in decreti successivi all’anno d’imposta accertato sono legittimamente utilizzabili e non si prestano a un utilizzo retroattivo. Se, invece, coefficienti contenuti in decreti successivi sono applicati per determinare un reddito maggiore rispetto a quello che si determinerebbe applicando le norme anteriori, essi rappresenterebbero una modifica rispetto alla legislazione precedente, e come tali non possono avere applicazione retroattiva.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it