Cassazione: il cambio di domicilio non comunicato invalida la sentenza

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 22747 del 6 novembre 2015, ha sentenziato che è nulla, e non inesistente, la notifica dell’appello non andata a buon fine in conseguenza del trasferimento dello studio del procuratore domiciliatario quando sia mancata un’idonea e inequivoca comunicazione dell’avvenuto trasferimento. Viene chiarito che, se il vizio in parola non è rilevato dal giudice chiamato a ordinare la rinnovazione della notifica, e neppure sanato dalla costituzione dell’appellato, si verifica la nullità della relativa sentenza.


Partecipa alla discussione sul forum.