CASSAZIONE: esercizio dell’autotutela in corso del giudizio


La sentenza di Cassazione n. 3519/2010 afferma che l’autotutela può essere esercitata con un giudizio in corso, a patto che i poteri del rappresentante dell’ufficio non siano sottoposti a limitazione. Viene chiarito che il funzionario può procedere in contraddittorio con il contribuente a una rivalutazione quantitativa e qualitativa degli elementi fondanti dell’atto di accertamento, pervenendo, così, ad una definizione più coerente con i dati oggettivi al fine di evitare una inutile prosecuzione del contenzioso. La possibilità di “cambiare idea” è prevista per l’amministrazione in relazione al principio di indisponibilità dell’imposizione tributaria.


Partecipa alla discussione sul forum.