Branch exemption: aperte le consultazioni da parte dell’Agenzia

Il branch exemption, introdotto dal decreto internazionalizzazione (Dl n. 147/2015), prevede la possibilità che in capo a un’impresa residente nel territorio dello Stato non assumano rilevanza fiscale gli utili e le perdite realizzati dalle sue stabili organizzazioni all’estero, da determinarsi in ogni caso in base ai criteri di cui all’articolo 152 del Tuir. L’Agenzia delle Entrate invita imprese, operatori economici, ordini professionali ed esperti della materia a inviare commenti e osservazioni sulla bozza di provvedimento pubblicata sul sito, contenente le regole applicative della disciplina.


Partecipa alla discussione sul forum.