Bonus ristrutturazioni: la mancata comunicazione è sanabile dal 2011


L’Amministrazione finanziaria chiarisce gli effetti combinati dei Dl 70/2011 e 16/2012 in merito ai lavori di ristrutturazione cui si è chiesto il bonus 36%. Il primo decreto ha abolito l’obbligo di comunicazione preventiva al Centro Operativo di Pescara, sostituendolo con l’indicazione nella dichiarazione dei redditi dei dati catastali, il secondo ha previsto una sanatoria per l’omesso invio pagando una mini sanzione. Ebbene, secondo l’Ufficio sono sanabili solo le omesse comunicazioni per i lavori iniziati dal 1° gennaio 2011, non per quelli iniziati prima di tale data. Pertanto, in quest’ultimo caso, l’omessa comunicazione è presupposto per il non riconoscimento del bonus.


Partecipa alla discussione sul forum.