Bonus ricerca: la fruizione trova le regole


Il bonus ricerca è in versione definitiva: sono stati chiariti aspetti fondamentali per la sua fruizione. I destinatari sono tutte le imprese, compresi gli enti non commerciali con riferimento all’attività commerciale eventualmente esercitata. Condizione fondamentale per fruire del credito d’imposta è che l’attività di ricerca sia commissionata all’esterno a Università ed enti pubblici di ricerca. L’agevolazione consiste nel 90% della differenza: tra gli investimenti di ricerca commissionati a Università o altri enti finanziabili, effettuati nel periodo d’imposta agevolabile e la media aritmetica degli stessi investimenti effettuati nel tre periodi di riferimento. Il periodo agevolabile è quello in corso successivo al 31 dicembre 2010 fino alla chiusura 31 dicembre 2012. La fruizione è automatica direttamente in compensazione in F24.


Partecipa alla discussione sul forum.