Bonus facciate: non spetta ai forfettari

di Angelo Facchini

Pubblicato il 24 febbraio 2020

Il nuovo “bonus facciate 2020” interessa le spese sostenute per il rifacimento delle facciate degli edifici. L’Agenzia delle entrate nella circolare 2/E dello scorso 14 febbraio ha fornito i chiarimenti necessari per la corretta applicazione del credito. La detrazione spetta a tutti i contribuenti residenti e non residenti nel territorio dello Stato, che sostengono le spese indicate, per l’esattezza: le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni; gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale; le società semplici; le associazioni tra professionisti; i soggetti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, enti, società di persone, società di capitali). Sono esclusi i contribuenti che operano in regime forfettario, perché essendo il credito portato in deduzione dall’imposta lorda, non può essere utilizzato dai soggetti che possiedono esclusivamente redditi assoggettati a tassazione separata o ad imposta sostitutiva.