Bollo: esenzioni per i certificati richiesti dagli studi legali

Nella risoluzione AE n. 24/E, viene precisato che non si applica l’imposta di bollo sui certificati anagrafici richiesti dagli studi legali per la notifica degli atti giudiziari. L’esenzione dal bollo, riconosciuta purché sul certificato rilasciato venga indicata la norma di esenzione ovvero l’uso cui l’atto è destinato. L’introduzione del contributo unificato, precisa l’Agenzia nella risoluzione “comporta la non applicabilità dell’imposta di bollo agli atti e provvedimenti processuali “… inclusi quelli antecedenti, necessari o funzionali” (art.18 del DPR n. 115 del 2002)”.


Partecipa alla discussione sul forum.