Beni di lusso: nuova tassazione sullo stazionamento di barche in porto


Il 1° maggio 2012 scatterà la nuova tassazione prevista dal Dl 201/2011 per le unità da diporto che stazionano in acque pubbliche o porti marittimi nazionali. La tassa ha misure diverse rapportate alla lunghezza dell’unità con scafo. Il calcolo si effettua per frazione di anno di permanenza delle unità da diporto in acque pubbliche o in porti marittimi nazionali. Gli importi: 5 euro per barche con lunghezza variabile tra i 10,01 e i 12 metri, 30 euro per barche con lunghezza dai 17,01 ai 24 metri, 521 euro per barche con lunghezza tra i 54,01 e i 64 metri. Obbligati al versamento sono il proprietario, usufruttario, acquirente con patto di riservato dominio e gli utilizzatori a titolo di locazione finanziaria dell’unità da diporto. In caso di omesso, ritardato o parziale versamento dell’imposta, si applica una sanzione dal 200 al 300% dell’importo dovuto.


Partecipa alla discussione sul forum.