Assonime: il caso Uber

di Angelo Facchini

Pubblicato il 28 marzo 2018



La delega alla riforma degli autoservizi pubblici non di linea potrrà essere esercitata entro il 29 agosto prossimo. Il governo, in attuazione della legge sulla concorrenza n. 124/2017, potrà così stabilire se la messa in contatto di passeggeri e autisti attraverso un'applicazione web rientra tra i servizi informatici o tra i servizi di trasporto, con tutti gli effetti amministrativi, fiscali e giuslavoristici che ne conseguono. Lo ricorda Assonime in un documento di approfondimento (caso n. 4/2018).