Assegni privi della clausola “non trasferibile”: si esprime il MEF

di Angelo Facchini

Pubblicato il 14 marzo 2018



Riguardo gli assegni privi della clausola “non trasferibile”, il MEF, in un comunicato stampa pubblicato sul proprio sito istituzionale, ha assicurato il proprio impegno a valutare la possibilità di modificare il regime sanzionatorio “recuperando la proporzionalità tra l'importo trasferito e la sanzione”, e ciò in linea con le osservazioni contenute in un parere parlamentare fornito allo stesso dicastero; precisando inoltre che “nessuna sanzione è mai stata ancora comminata ai sensi della nuova normativa e che, a fronte di 1.692 assegni contestati, gli incolpati hanno scelto, in 107 casi, di pagare l’oblazione che consente di concludere anticipatamente il procedimento sanzionatorio”.