Assegni non trasferibili: riduzione delle sanzioni antiriciclaggio

Con la proposta di legge AC 1074, recante “Disposizioni per la semplificazione fiscale, il sostegno delle attività economiche e delle famiglie e il contrasto dell’evasione fiscale”, sono in arrivo modifiche ai profili sanzionatori della disciplina antiriciclaggio per le violazioni connesse all’emissione di assegni. Nello specifico è stato proposto di rivedere le sanzioni oggi previste relativamente alla mancata indicazione della causa di non trasferibilità sui titoli, nonché l’introduzione della non punibilità per assegni privi di tale clausola portati all’incasso dal beneficiario originario.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it