Artbonus: entro il 31 gennaio la comunicazione

di Redazione

Pubblicato il 20 gennaio 2015

In materia di Artbonus, l'agevolazione introdotta per dare sostegno alla cultura per mezzo di erogazioni liberali, il credito d'imposta ha natura temporanea: è applicabile per le erogazioni effettuate nei tre periodi d'imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2013. Nel periodo di applicazione dell'Artbonus è temporaneamente disapplicato quanto previsto ai fini Irpef dall'art. 15, co. 1, lett. h) e i) del DPR 917/86 (detrazione dall'Irpef del 19%) e ai fini Ires, dall'art. 100, co. 2, lett. f) e g) stesso DPR (deducibilità dal reddito d'impresa delle erogazioni liberali in denaro per progetti culturali). La C.M. n. 24/E del 31 luglio 2014 ha chiarito che la disciplina citata resta, comunque, in vigore per le fattispecie non contemplate dall'art. 1, Dl n. 83/2014 (come l'erogazione per l'acquisto di beni culturali). Quindi, per le tipologie di erogazioni liberali a sostegno della cultura non comprese in quelle previste dall'Artbonus permane l'obbligo di effettuare le comunicazioni relative alle erogazioni elargite/ricevute nel 2014. Tale adempimento scade il 31 gennaio prossimo.