Ape sociale: cambiano i criteri per i lavori pesanti

La “manovrina” interviene sul requisito della continuatività di svolgimento delle mansioni pesanti in merito all’accesso all’anticipo pensionistico sociale e al pensionamento anticipato a quota 41 per i precoci. Per poter accedere all’Ape sociale o al pensionamento anticipato a quota 41 per i precoci, lo svolgimento dei lavori faticosi e pesanti in via continuativa per almeno 6 anni può essere interrotto per non più di 12 mesi.


Partecipa alla discussione sul forum.