ANTIRICICLAGGIO: le linee guida del Consiglio nazionale dei commercialisti

Il Consiglio nazionale dei commercialisti e degli esperti contabili ha approvato un documento con le linee guida per effettuare un’adeguata verifica della clientela in ordine alla normativa antiriciclaggio. Il modello vuole semplificare e standardizzare le procedure: si compone di cinque parti. Nella prima si elencano le operazioni rientranti nella verifica e quelle escluse; la seconda delinea la procedura da seguire, se ordinaria, semplificata o rafforzata (per i clienti politicamente esposti, per esempio); le altre tre parti esaminano, rispettivamente, la clientela secondo l’approccio in base al rischio, la trascrizione dei dati raccolti e il controllo costante.


Partecipa alla discussione sul forum.

ANTIRICICLAGGIO: le linee guida del Consiglio nazionale dei commercialisti

Il Consiglio nazionale dei commercialisti e degli esperti contabili ha approvato un documento con le linee guida per effettuare un’adeguata verifica della clientela in ordine alla normativa antiriciclaggio. Il modello vuole semplificare e standardizzare le procedure: si compone di cinque parti. Nella prima si elencano le operazioni rientranti nella verifica e quelle escluse; la seconda delinea la procedura da seguire, se ordinaria, semplificata o rafforzata (per i clienti politicamente esposti, per esempio); le altre tre parti esaminano, rispettivamente, la clientela secondo l’approccio in base al rischio, la trascrizione dei dati raccolti e il controllo costante.


Partecipa alla discussione sul forum.

ANTIRICICLAGGIO: le linee guida del Consiglio nazionale dei commercialisti

Il Consiglio nazionale dei commercialisti e degli esperti contabili ha approvato un documento con le linee guida per effettuare un’adeguata verifica della clientela in ordine alla normativa antiriciclaggio. Il modello vuole semplificare e standardizzare le procedure: si compone di cinque parti. Nella prima si elencano le operazioni rientranti nella verifica e quelle escluse; la seconda delinea la procedura da seguire, se ordinaria, semplificata o rafforzata (per i clienti politicamente esposti, per esempio); le altre tre parti esaminano, rispettivamente, la clientela secondo l’approccio in base al rischio, la trascrizione dei dati raccolti e il controllo costante.


Partecipa alla discussione sul forum.