AMMORTAMENTO AUTO: le regole introdotte nel 2006 applicate alla contabilità dei professionisti

Le modifiche alla deducibilità dei costi auto crea dubbi sull’applicazione delle stesse ai professionisti. Dal 1° gennaio 2006 è stata ridotta la percentuale di deduzione al 25%; in virtù di questo abbattimento si generano perplessità sul comportamento da adottare per i “vecchi” veicoli, cioè quelli acquistati prima di tale data con ammortamento in corso. Nella circolare 1/E/2007 delle Entrate si lascia invariato il limite di costo su cui calcolare la deduzione, ma lascia aperti dubbi sul limite di ammortamento da applicare nel 2006. Un veicolo che ha scontato fino al 2005 un ammortamento pari al 25% annuo, quale quota sconta nel 2006? Una prima interpretazione parla di “totale ammortizzabile” in base alle nuove regole: nel caso di un veicolo acquistato nel 2004 a tutto il 2005 avrebbe già scontato la quota ammessa, quindi il 2006 sarebbe indeducibile; una seconda lettura applica rigorosamente la decorrenza 2006, pertanto permetterebbe di dedurre il 25% dell’ammortamento stanziato nell’anno che, proseguendo, porterebbe a superare la soglia massima possibile. Sarebbe auspicabile un ulteriore chiarimento da parte dell’Agenzia, visto, tra l’altro, che siamo già alle prese con i conteggi dell’anno.


Partecipa alla discussione sul forum.